Parco Nazionale di Yala

Categoria Archeologia Categoria Natura Categoria Avventura

Situato nella zona sud orientale dello Sri Lanka, il Parco Nazionale di Yala è il più celebre del paese soprattutto per la discreta popolazione di leopardi, fatto che rende lo Yala uno dei parchi con la più alta possibilità di avvistamento al mondo.

Il Parco Nazionale di Yala è diviso in alcuni blocchi, ma solo il primo e il secondo sono aperti al pubblico e facilmente accessibili. La vegetazione del parco è molto varia e comprende ampie praterie, macchie di rovi, fitte giungle e lagune costiere. A ciò si aggiungono curiose formazioni rocciose e vasti specchi d'acqua interni. Oltre ai leopardi, nel parco sono presenti elefanti, orsi labiati, sciacalli, coccodrilli, bufali, pavoni, cinghiali, cervi maculati, manguste, scimmie e molte specie di uccelli che fanno di questa zona la loro sede invernale a seguito della migrazione. Il periodo migliore per gli avvistamenti va da febbraio a giugno, in particolare verso la fine della stagione quando l'acqua è scarsa e si concentra in determinate aree.

Oltre alla fauna, il Parco Nazionale di Yala offre anche alcuni siti degni di nota. Il complesso monastico di Situlpahuwa risale al 200 a.C. e dalla sua sommità si ha una spettacolare vista sul parco. Le affascinanti rovine del Magul Maha Vihara risalgono invece al I secolo a.C, mentre quelle dell'Akasa Chetiya al II secolo a.C. Questi monumenti testimoniano l'esistenza di un'antica comunità che potrebbe aver fatto parte del regno di Ruhunu. Nelle vicinanze, Tissamaharama, punto di partenza delle escursioni, ospita un altro santuario dalla bianca cupola del 200 a.C. che si dice contenga l'osso frontale di Buddha.

VISITA LE ATTRAZIONI PIÙ VICINE