Polonnaruwa

Categoria Archeologia Categoria Natura Categoria Unsesco

Polonnaruwa è situata ai limiti sudorientali del triangolo culturale dello Sri Lanka e ne rappresenta il sito archeologico più suggestivo. Inoltre la città è vicina ai parchi nazionali di Minneriya e Kaudulla, i luoghi migliori per osservare gli elefanti in Sri Lanka.

La città di Polonnaruwa fu fondata dagli indiani chola nel X secolo e quando i re singalesi la riconquistarono mantennero lì la capitale. Sotto il regno di Parakramabahu I, nel XII secolo, Polonnaruwa raggiunse il suo massimo splendore e sono di quell'epoca tutti i monumenti che si possono visitare al giorno d'oggi. Sempre a quell'epoca furono progettati magnifici parchi e il lago artificiale che da allora bagna la città.

I resti dell'antica città di Polonnaruwa sono diffusi su un territorio piuttosto ampio. Il gruppo maggiormente visitato è quello del Quadrilatero dove le strutture sono poste su una piattaforma sollevata. Il Vatadage è un tempio circolare con una bellissima pietra di luna all'ingresso; l'Hatadage custodiva un tempo il dente del Buddha, oggi a Kandy; il Satmahal Prasada è un'affascinante struttura simile a una ziggurat. Un altro gruppo di rovine ruota attorno al Palazzo Reale di Parakramabahu I che si dice avesse ben sette piani. Nel gruppo settentrionale sono tre le strutture degne di nota: il Lankatilaka è come una cattedrale priva di tetto che conduce a una statua del Buddha senza testa, il Gal Vihara è uno straordinario gruppo di statue del Buddha, il più elevato esempio di arte rupestre in Sri Lanka, mentre il Rankot Vihara è una dagoba di 54 metri, simile alle strutture di Anuradhapura.

VISITA LE ATTRAZIONI PIÙ VICINE