Göreme

Categoria Archeologia Categoria Storia Categoria Arte Categoria Natura Categoria Avventura Categoria Unsesco

La città posta al centro del territorio dei famosi “Camini delle Fate” ospita un museo a cielo aperto che è un sito Unesco: si tratta di un villaggio sviluppatosi attorno a un monastero centrale. Entrando in questi edifici si ammirano gli ambienti interamente ricavati dalla roccia scavata. Il museo comprende anche diverse chiese di età protocristiana decorate con affreschi a secco, molti dei quali si sono ben conservati. È presente anche un monastero, articolato all’interno con diversi cunicoli. Attorno a Goreme sono una serie di vallate che costituiscono il cuore turistico della Cappadocia. Urgup è la località più vivace, grazie alla presenza di una serie di locali notturni frequentati dai turisti. Il villaggio di Cavusin è una città completamente abbandonata nella roccia, immersa in un’atmosfera senza tempo. Uçhisar è un incredibile picco di roccia perforato in più punti da una serie di cavità. Avanos, infine, vanta un passato economicamente prospero grazie alla produzione ceramica.

All’interno del Parco Nazionale di Goreme si trovano i Camini delle Fate: queste formazioni tufacee (oppure vulcaniche) coniche, sormontate da blocchi di basalto scuro di varia tonalità, sono Patrimoni Unesco. Secondo la leggenda queste curiose formazioni furono create dalle divinità locali, per cui da secoli vengono considerare sacre dalle popolazioni anatoliche. Alcuni di questi coni vennero abitati prima dagli anacoreti poi dagli eremiti nei primi secoli dell’era cristiana; il territorio circostante è ricco di monasteri. Anche il fenomeno delle chiese scavate nella roccia è una delle peculiarità della Cappadocia. Queste popolazioni, che si erano letteralmente ricavate un mondo sotterraneo nel quale vivevano uomini e animali, realizzarono in età protocristiana dei luoghi di culto assolutamente straordinari e originali, andando a scavare la roccia e ad arricchire le pareti di questi edifici con affreschi policromi. Le località dove sono gli esempi migliori di questa particolare architettura sono Goreme e Cavusin.

Tra le numerose formazioni rocciose tipiche della Cappadocia che lasciano veramente sorpresi e senza fiato sono anche i declivi mossi da una serie di coni che dall'alto paiono veramente delle meringhe! Queste dune, che salgono verso l’alto e discendono in canyon profondi, sono ben visibili nella valle Zindanonu, dove la roccia assume colori e sfumature diverse a seconda dell’ora del giorno passando dal rosso del mattino all’ocra serale. Altrettanto cromatiche sono la Red Valley e la Rose Valley. Della durata di circa un’ora, il volo in mongolfiera permette di ammirare dall’alto l’incredibile paesaggio della Cappadocia. Questo mezzo di locomozione un po’ antiquato ma estremamente affascinante combina infatti la possibilità di godere di uno spettacolo tra i più emozionanti al mondo con l’assenza di rumore che permette di entrare ancora più a contatto con il mondo che si contempla. Sono veramente numerose le compagnie locali che offrono tale opportunità: non c’è che l'imbarazzo della scelta!

VISITA LE ATTRAZIONI PIÙ VICINE