Avviso

Mayotte (Francia)

Dipendenze Territoriali - Bandiera di MayotteMayotte è un territorio con un indice di indipendenza medio. Distante da Parigi e assai diversa nella composizione della sua popolazione, Mayotte è equiparata ai dipartimenti della madrepatria dal 31 marzo 2011, senza più autonomia politica. Il fatto di essere stata l'unica isola delle Comore a non aver votato per l'indipendenza nel 1974 indica il desiderio di rimanere fedeli alla Francia. Un'ulteriore complicazione è la costante rivendicazione che le isole Comore esercitano a livello internazionale.

Indice di indipendenza di Mayotte: 4

Indipendenza politica: 0
Precedentemente Colletività dipartimentale, Mayotte è diventata, dal 31 marzo 2011, il 101° dipartimento francese e con ciò spogliata di qualunque forma di indipendenza politica

Propensione all'indipendenza: 0
Diversi referendum hanno mostrato una diffusa propensione a mantenere saldi i legami con la Francia

Disomogeneità geografica: 2
Il territorio di Mayotte si trova in un altro continente

Disomogeneità di popolazione: 2
Le popolazioni di Francia e Mayotte appartengono a un diverso gruppo etnico (3) e professano una diversa religione (2) la lingua francese è quella ufficiale, ma parlata solo dal 35% della popolazione (1)

Conflittualità internazionale: 0
Il territorio è rivendicato dalle Comore

Mayotte - dati geografici e politici

Dati geografici
  • Coordinate: 12°38'-13°00'S, 45°01'-45°18'E
  • Superficie: 374 kmq
  • Consistenza: due isole
  • Popolazione: 223.765 ab. (stima 07/2009)
  • Capitale: Mamoudzou
  • Unità monetaria: euro
  • Lingua: maore, francese (uff/35%)
  • Religione: islamica (97%)
  • Gruppo etnico: africano
Dati politici
  • Distanza con la capitale della madrepatria: 8.051 km
  • Rivendicazioni: Comore
  • Statuto: 101° dipartimento francese
  • Costituzione: -
  • Capo dello stato: Presidente francese
  • Capo del governo: Ahmed Attoumani Douchina (2008)
  • Organi legislativi: Consiglio generale unicamerale (19 membri eletti dai cittadini)
  • Referendum: 1974: indipendenza (no: 63,8%); 1976: indipendenza (no: 99,4%); 2009: passaggio a DOM (sì: 95,2%)

Mayotte - inquadramento geografico e storico

Geografia: Mayotte rappresenta la propaggine orientale dell'arcipelago delle Comore. Il territorio è composto da una grande isola e da una serie di piccoli isolotti di origine vulcanica. Il clima è tropicale ed è luogo di formazione di cicloni.

Storia: Sede di migrazioni già dal VI secolo d.C, Mayotte subisce l’avvento dell’Islam nell’XI secolo e viene organizzata successivamente come un Sultanato. All’inizio del XVI secolo viene osservata dai navigatori portoghesi, che non mostrano la volontà di colonizzarla. Se ne interessa nello stesso secolo la Francia, in parallelo con tutta la zona del canale del Mozambico: Mayotte diventa un importante centro di passaggio per le rotte commerciali della zona. Dopo un periodo di instabilità all’inizio del XIX secolo, Mayotte passa nel 1841 sotto il controllo definitivo della Francia, come le altre isole Comore, e diviene ufficialmente suo possedimento nel 1908, sotto l’Amministrazione francese del Madagascar. Nel 1946 le Comore sono separate dal Madagascar e diventano un Territorio d’Oltremare (TOM). Nel 1961 ottengono uno statuto di autonomia interna e con essa un governo eletto dall’Assemblea Territoriale. E’ proprio in quegli anni che nascono i primi movimenti politici; mentre nelle tre isole occidentali la rivendicazione è quella indipendentista, a Mayotte il Movimento Popolare Mahoré (MPM) cerca di ottenere una separazione dalle altre isole, mantenendo i legami con la Francia e ricevendo, grazie a questa posizione, sostegni da una parte importante della classe politica francese. Tuttavia esistono anche altri partiti votati alla lotta per l’indipendenza.

Nel 1972 le Nazioni Unite annoverano le Comore nella lista dei territori che devono accedere all’indipendenza tramite autodeterminazione. Il 22 dicembre 1974 la Francia organizza dunque un referendum sull’indipendenza. I sì vincono con il 90% dei voti, ma sull’isola di Mayotte sono i no a prevalere con il 64% dei suffragi. La Francia, nonostante il referendum valesse per l’intero territorio, considera nullo il risultato e ne propone un altro i cui effetti siano da considerare "isola per isola". A questo punto il Capo del Governo comoriano Ahmed Abdallah dichiara unilateralmente l’indipendenza e Mayotte rimane sotto l’amministrazione francese. L’unione delle Comore rivendica Mayotte e rifiuta la separazione; l’Unione Africana considera Mayotte come territorio occupato da una potenza straniera. Il secondo referendum, nel 1976, pur confermando l’orientamento di Mayotte con una percentuale vicina al 100%, viene considerato nullo dall’ONU che condanna da allora la presenza francese a Mayotte ponendo le basi per una risoluzione che si sarebbe però scontrata più volte con il veto di Parigi. L’UE riconosce invece Mayotte come francese, con lo statuto di Paese e Territorio d’Oltremare ma non come Regione Ultraperiferica, motivo per il quale il territorio non compare sulle banconote degli euro.
L’11 luglio 2001 viene emanata una legge speciale per Mayotte, che ne modifica lo statuto da Territorio d’Oltremare a Collettività Dipartimentale, con l’obbiettivo di trasformare il territorio in Dipartimento d’Oltremare negli anni a venire. A Mayotte si continua dunque a lavorare per una più stretta unione con la Francia e si arriva all’istituzione di un nuovo referendum sullo statuto. Il 29 marzo 2009, con il 95% dei voti favorevoli, la popolazione di Mayotte approva il passaggio da Collettività Dipartimentale a Dipartimento d’Oltremare (DOM), accettando di sottostare al diritto comune francese.

Ordinamento del territorio: dal 31 marzo 2011 Mayotte è il 101° dipartimento francese e il 5° Dipartimento d’Oltremare, dopo Guadalupa, Guyana, Martinica e Réunion. Il referendum è considerato nullo dal governo delle Comore e dalle Nazioni Unite.

Mayotte sul web

Prefettura di Mayotte (fr)
Turismo a Mayotte (fr)
Mayotte su Wikipedia (fr)
Dati statistici di Mayotte sul World Factbook (en)

Ultima revisione: 6 luglio 2011